Search
Torniamo in scena. Estate duemila[e]venti. – Moma comunicazione
8077
portfolio-item-template-default,single,single-portfolio-item,postid-8077,cookies-not-set,eltd-core-1.0,averly-ver-1.0,,eltd-smooth-page-transitions,eltd-mimic-ajax,eltd-grid-1200,eltd-blog-installed,eltd-follow-portfolio-info,eltd-main-style1,eltd-disable-fullscreen-menu-opener,eltd-header-standard,eltd-sticky-header-on-scroll-down-up,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-menu-item-first-level-bg-color,eltd-dropdown-default,eltd-,eltd-fullscreen-search eltd-search-fade,eltd-disable-sidemenu-area-opener,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
torniamoinscena02_GFR1006
tormiamoinscena01

Eventi, Progettazione culturale

Torniamo in scena. Estate duemila[e]venti.

Mission

“Torniamo in scena” è la grande manifestazione organizzata dall’Amministrazione comunale, primo importante evento culturale collettivo dopo la pausa forzata dovuta alla pandemia. I riflettori si riaccendono su Bergamo riportando teatro, musica e danza in prima linea. Un evento che ha l’obiettivo di riunire tutte le realtà bergamasche dello spettacolo dal vivo, attori e musicisti, per ridare slancio alla cultura bergamasca, così da permettere ai cittadini di essere nuovamente pubblico partecipe, dopo l’annullamento forzato di tutte le iniziative culturali della stagione invernale e primaverile.

 

Azione

L’Assessorato alla Cultura di Bergamo ha pensato di organizzare una programmazione unica per i mesi di luglio e agosto, coinvolgendo il panorama artistico bergamasco  per realizzare due filoni di eventi: Lazzaretto on Stage e Affacciati alla finestra.

Il primo si è tradotto in un ciclo di spettacoli di teatro, musica, danza, eseguiti sul grande palco montato per l’occasione al Lazzaretto, dove è stato possibile portare in scena una piccola ma significativa cospicua parte della stagione annullata, grazie alla partecipazione delle grandi realtà artistiche culturali della bergamasca; le compagnie hanno così potuto condividere con il pubblico momenti intensi di socialità.
Il secondo filone si è tradotto in un susseguirsi di incursioni artistiche nei quartieri della città: cortili, piazzette e luoghi assolutamente comuni sono diventati palchi a cielo aperto dove venivano letti classici, ascoltata musica e ammirati passi di danza.

Il nostro compito è stato quello di gestire i canali social della manifestazione e l’ufficio stampa, seguendo ogni singolo evento ed offrendogli la giusta visibilità. L’obiettivo era quello di restituire il pubblico alle compagnie, e regalare ai cittadini momenti di cultura e divertimento.

 

Goal

L’esito non era affatto scontato, ma l’azione di promozione messa in campo per queste due rassegne ha portato a risultati premianti, anche se erogata quasi totalmente online, grazie alle pagine social e alle conferenze stampa.
Gli spettatori complessivi di Lazzaretto on Stage sono stati circa 4.000 in 20 spettacoli, con una media di 200 persone per volta; oltre 70 sono stati gli artisti coinvolti in Affacciati alla finestra, per un totale di 116 esibizioni, circa 50 locations in oltre 20 quartieri.

La partecipazione è stata sorprendentemente attiva, dai social si è tradotta in numerose presenze reali nei cortili, al Lazzaretto, in richieste di repliche, informazioni e apprezzamenti.